Emulsione di acqua e olio per impianti di cogenerazione terrestre con motore endotermico

La macchina per la formazione di microemulsioni di miscele e oli combustibili include tre elementi fondamentali:

  • 1. Sistema di prespinta; formato da filtro, pompa, valvole di regolazione di pressione, sistemi di controllo e sicurezza; viene utilizzato per creare condizioni stabili di pressione e temperatura prelevando l’olio dall’accumulo giornaliero disponibile nell’impianto e inviandolo al successivo stadio. E’ in grado di gestire autonomamente problematiche di assenza di combustibile a monte e di rimozione delle morchie di granulometria più elevata.
  • 2. Sistema di formazione della microemulsione; include il micronizzatore, le pompe ad alta pressione per la sua alimentazione con acqua e olio, lo stoccaggio temporaneo dell’acqua eventualmente demineralizzata e additivata e tutti i sistemi di regolazione e di sicurezza che garantiscono la formazione e il mantenimento della miscela in condizioni idonee ad essere immediatamente sfruttata dall’impianto di combustione. Particolare attenzione viene posta al monitoraggio delle portate acqua e olio combustibile per garantire che i fluidi vengano miscelati in percentuali costanti tali da non richiedere adeguamenti nella regolazione della combustione al motore. Il sistema inoltre è dotato di adeguati dispositivi di preriscaldo che garantiscono il mantenimento in temperatura dell’olio, indipendentemente dal funzionamento dell’impianto di combustione a valle, per evitare che la sua elevata viscosità possa creare problemi di trasporto.
  • 3. Sistema di alimentazione e pressurizzazione alle macchine di combustione; è costituito da pompe, regolatori di pressione ed eventualmente sistemi di filtrazione che consentono l’invio e la corretta gestione della quantità di combustibile micro emulsionato di ritorno dallo stesso. In particolare questa sezione della macchina potrà dialogare con i sistemi d’alimentazione del motore che possono includere i sistemi di purificazione centrifuga.

Nessun commento ancora

Lascia un commento